Batteri: amici | nemici – Sapienza Università di Roma

ISTRUZIONI PER ACCEDERE Al WEBINAR

1) Inserisci il tuo nome e cognome
2) Inserisci l’indirizzo mail con cui ti sei iscritto alla piattaforma Campus Orienta Digital

Attenzione! Per ricevere l’attestato PCTO è necessario inserire correttamente i dati richiesti.

Se non riesci ad accedere CLICCA QUI!

Workshop

Martedì 10 novembre 2020 – ore 11:30

Presentazione dei corsi scientifici.

I microrganismi, inclusi batteri e virus, sono gli organismi maggiormente diffusi sul nostro pianeta, in grado di colonizzare gli ambienti più disparati grazie ad una elevata variabilità metabolica che li rende capaci di vivere e riprodursi in tutti gli ambienti terrestri e acquatici, anche in condizioni proibitive per altre forme di vita, come ad esempio le sorgenti idrotermali o i laghi salati. Nella storia evolutiva del nostro pianeta i batteri hanno avuto un ruolo determinante nello sviluppo e nell’accumulo di ossigeno nell’atmosfera che ha permesso poi lo sviluppo delle attuali forme di vita. Ancora oggi utilizziamo il lavoro fatto da alcuni di questi batteri. Un esempio è rappresentato dai batteri che hanno prodotto il metano che oggi noi utilizziamo per alimentare le nostre auto e per riscaldarci.

L’uomo ha presto imparato ad utilizzare i prodotti delle attività metaboliche dei microrganismi ad esempio nella trasformazione dei cibi, yogurt e formaggi sono prodotti dalla fermentazione di batteri lattici, oppure nell’industria farmaceutica, la produzione di insulina per la cura del diabete o ancora per ripulire i nostri mari dal petrolio. Più recentemente si sta studiando l’uso di batteri per la produzione di materiali come le bioplastiche.

I batteri in natura vivono in comunità ed hanno evoluto sistemi per difendersi da altri batteri che competono per lo spazio e i nutrienti. La produzione di antibiotici è una delle armi utilizzate dai batteri per vincere questa competizione; l’uomo ha imparato a utilizzarli per combattere le infezioni batteriche. Tuttavia, i batteri hanno evoluto strategie per superare l’attività tossica degli antibiotici (antibiotico resistenze); l’antibiotico resistenza oggi sta minando la nostra capacità di curare anche le più banali infezioni batteriche.

Quando un organismo viene infettato da un batterio, il nostro sistema immunitario cerca di eliminare il batterio patogeno attraverso l’attivazione di diverse strategie microbicide, alle quali i batteri rispondono con altrettante strategie di evasione. La comprensione di questi meccanismi ci potrà aiutare a combattere meglio le infezioni batteriche.

RELATORI

Fiorentina Ascenzioni, Prof. di Microbiologia Generale, Presidente del corso di laurea magistrale in Biologia e Tecnologie Cellulari. Docente di Microbiologia Generale, Vettori Microbici ed Applicazioni in Terapia Genica e Cellulare, (3) Genetica Molecolare dei Microrganismi.

Chiara Passarelli, neo-aureata in Biotecnologie Agro-Industriali; nel suo elaborato di tesi ha trattato il tema delle bioplastiche e l’uso dei batteri per la produzione di plastiche a basso impatto ambientale.

Ilaria Albini, neo-laureata in Biotecnologie Agro-Industriali, nel suo elaborato di tesi ha trattato il tema dell’antibiotico resistenza e del suo impatto sulla salute dell’uomo nell’immediato futuro.

Luca Cavinato, laureato in Scienze Biologiche, sta terminando il suo dottorato in Biologia Cellulare e dello Sviluppo. Il dott. Cavinato studia le interazioni tra i batteri e le cellule del nostro sistema immunitario. Questi studi evidenziano come alle diverse strategie microbicide i batteri sono spesso in grado di rispondere con altrettante strategie di sopravvivenza.