L’Istituto Secoli ha portato i suoi talenti a Fashion Graduate Italia

Anche quest’anno l’Istituto Secoli si racconta al FGI attraverso le creazioni di alcuni tra i suoi migliori studenti

Sono 8 i Designer to Watch che l’Istituto Secoli, www.istitutosecoli.com, ha portato in passerella al Fashion Graduate Italia: Raffaella Mastrangelo, Geri Luntungan, Chiara Zappa, Jacopo Montanari, Valeria Simonova, Alex Bellucci, Federica Dondi e Leonardo Carrieri. La fashion week, organizzata da Piattaforma Sistema Formativo Moda che dal 2015 celebra i talenti di domani, è un vero palcoscenico internazionale che mette in vetrina le migliori accademie e scuole di moda italiane. L’evento si è svolto dal 3 al 5 novembre al BASE di Milano: tre giorni nei quali protagonista assoluta è stata la creatività degli studenti. Un programma fitto di appuntamenti, tra cui fashion show, talk, masterclass, workshop e job placement, accomunati da un’unica mission: contribuire a connettere sistema educativo e industria di settore, creare competenze professionali competitive e innovare il sistema moda, un asset in crescita (+ 16% nel primo semestre 2022), trainante per l’economia del Paese e in procinto di tornare ai numeri prepandemia. All’evento ha partecipato anche Campus, che ha contribuito all’iscrizione degli studenti visitatori. I ragazzi di Istituto Secoli hanno portato in scena le loro proposte creative nate da ispirazioni differenti: da concept legati al mondo artistico a tematiche sociali. Il tutto rivisitato attraverso la moda. Temi diversi, ma accomunati da una sperimentazione contemporanea, da una ricerca di materiali performanti e da grande passione.
“Istituto Secoli partecipa con entusiasmo a Fashion Graduate Italia portando la propria visione su temi oggi essenziali per l’industria della moda come la formazione e la sostenibilità”, ha affermato Matteo Secoli, presidente dell’Istituto nonché della Piattaforma Sistema Formativo Moda. “Fashion Graduate Italia è oggi l’evento più importante per l’alta formazione moda italiana, un appuntamento imprescindibile per le istituzioni formative e per tutti i nostri stake-holders”.
Ecco alcune immagini delle collezioni proposte dagli studenti dell’Istituto Secoli.
Raffaella Mastrangelo, con la sua collezione “Faux Real”, ha voluto cogliere l’estremizzazione della vita nei social mediante stampe astratte ispirate a Igor Skaletsky. le linee riprendono lo stile dell’anti-rock duo “Faux Real”.

Geri Luntungan, con “The Psysic experimentation”, ha usato articoli di hardware (catene, grandi cerniere, occhielli e ganci), in linea con il movimento della moda punk

 

.
Chiara Zappa, con “Contenuti Emozionali” ha presentato una collezione che, tramite il colore e la forma, si connette alla sfera emozionale, comunicando un bisogno di coesione ma anche di diversità

 

Jacopo Montanari, con “Name_Error”, ha tratto ispirazione dagli errori commessi dalle Intelligenze Artificiali nella generazione di nuove immagini con capi stravolti, messi al rovescio, volumi eccessivi e vestibilità stravaganti.
Valeria Simonova, con “Yakuza”, ha usato toni scuri e decisi, accompagnati da stampe effetto pelle e tattoo, omaggio ai tattoo iconici dell’organizzazione che dà il nome alla collezione
Alex Bellucci, con “Ricordi Non Ricordi”, ha ripreso memorie di storie italiane, accomunate da un senso di purezza e raffinatezza. Memorie segnate dall’attuale realtà digitalizzata nella quale viviamo
Federica Dondi, con “Future Vintage”, ha disegnato una collezione che rispecchia il desiderio della natura di riprendersi i suoi spazi e dell’uomo di ritrovare il suo posto nel mondo. Conciliando due passioni: la sartorialità e la fotografia.

 

Leonardo Carrieri, con “Mutatio”, esplora il rapporto più intimo tra individuo e socialità

 

Articolo di Sabrina Miglio