Uscita la classifica 2020 del QS University rankings. Ben 8 dipartimenti italiani nella top ten

Sono ben 8 i dipartimenti delle università italiane che spiccano nella top ten del QS University Rankings (due in più dell’anno scorso), la classifica 2020 di Quacquarelli Symonds, ormai un must delle eccellenze accademiche. Tra queste ci sono l’Università La Sapienza di Roma, al secondo posto per Classic & ancient history (scesa purtroppo di un grado, visto che lo scorso anno occupava la vetta, raggiunta invece dalla Oxford University), la Bocconi di Milano, settima per Business & Management, e il Politecnico di Milano, al sesto posto per arte e design e al settimo per Architettura e Ingegneria civile. Ci sono anche il Politecnico di Torino, la Statale di Milano, Tor Vergata a Roma, la Normale di Pisa.Queste posizioni sono calcolate per area disciplinare, non in senso assoluto. Quali sono, quindi, le migliori dieci università del mondo, con la somma dei parametri? Al primo posto c’è la University of Cambridge, al secondo l’Harvard University, al terzo la University of Oxford, al quarto la University of California Berkeley, al quinto la stanford university, al sesto il MIT, Massachussets institute of Technology, al settimo l’ETH di Zurigo, all’ottavo la London School of Economics, al nono la University of California, Los Angeles e al decimo posto la Yale University. Le università italiane, però, si comportano benissimo (a riprova della validità del nostro sistema formativo): l’ateneo italiano che può contare sul più alto numero di materie presenti nella top 100 è l’Università degli Studi di Bologna, che arriva a contarne ben 21, un risultato che possono vantare soltanto 70 università al mondo. Se si analizza, poi, il dato della Employer Reputation (ossia il punteggio assegnato ai laureati dai datori di lavoro, in pratica l’apprezzamento del mercato del lavoro), allora l’Italia si piazza al secondo posto nell’UE, superata soltanto dalla Francia. La nota dolente è rappresentata dall’indicatore che valuta l’impatto sulla ricerca, dove si piazza al settimo posto nella UE. Per vedere la classifica nella sua interezza, cliccare su https://www.qs.com/rankings/