FABLAB ROMAGNA

FABLAB ROMAGNA

È il primo FabLab nato dentro la scuola pubblica italiana frutto di una collaborazione tra insegnanti dell’ ITT “Blaise Pascal” di Cesena e dell’ ITIG “Belluzzi – Da Vinci” di Rimini che volevano mettere a frutto le competenze maturate in una carriera d’ insegnamento in qualcosa di concreto e utile alla crescita professionale dei propri studenti.

 

FabLab Romagna è formato da due laboratori chiamati makerspace, nati dalle rispettive convenzioni stipulate con i due istituti superiori.

Le convenzioni con altre scuole che vogliono applicare questo modello, sono comunque sempre aperte alle scuole interessate.

 

​I due laboratori sono dislocati uno a Cesena e uno a Rimini e hanno attrezzature di produzione digitale come stampanti 3D, computers, schede a microcontrollore, ma anche torni e apparecchi elettronici per la creazione di circuiti stampati.

 

Tali risorse sono a disposizione sia degli studenti sia di esterni ​per la realizzazione dei loro progetti scolastici e non.

 

Le principali attività sono concentrate​ ​​nella​ produzione di software e nella realizzazione di circuiti per i progetti di ognuno​, nell’uso e nella progettazione di stampanti 3D, nel design e nella stampa di oggetti in 3D​ utilizzando sia PLA sia ABS.

 

​Alcuni esempi di progetti portati a termine nel FabLab Romagna sono: Robot, Sistema Domotico, Cubo led, ma anche diverse applicazioni per l’Internet of Things e (IoT)  e tanto altro.

 

Tutto questo in un’ottica Open Source, Creative Commons di condivisione di idee, competenze e aiuto reciproco.

 

Fablab Romagna ribalta i ruoli tra insegnante e studente creando nuove modalità per lo scambio reciproco di competenze per il raggiungimento di un obiettivo comune in un’ottica più simile ad un team di sviluppo.

 

FabLab Romagna adotta “The Fab Charter” del M.I.T. americano