Un concorso del MIUR per stimolare nei ragazzi una visione europea. In palio la visita delle istituzioni europee a Bruxelles

C’è tempo fino al 30 marzo 2020 per partecipare al concorso “Comunica l’Europa che vorresti”, bandito dal Miur, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dal Dipartimento per le Politiche europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri. L’iniziativa, rivolta alle classi di studenti delle scuole superiori italiane, intende stimolare, nei giovani, una riflessione sull’idea di Unione Europea. In che modo? Producendo un video, la forma espressiva preferita dai ragazzi. I video, della durata massima di 3 minuti, potranno essere realizzati con smartphone, videocamera o con il software di video editing ritenuto più appropriato. Il contenuto da sviluppare dovrà riguardare una delle sei tematiche dell’Agenda strategica UE per il periodo 2019-2024: “Un Green Deal europeo”; “Un’economia che lavora per le persone”; “Un’Europa pronta per l’era digitale”; “Proteggere lo stile di vita europeo”; “Un’Europa più forte nel mondo”; “Un nuovo slancio per la democrazia europea”. Si partecipa come classe intera, non verranno infatti presi in considerazione video prodotti da singoli. E’ possibile consultare, insieme ai docenti, materiale di approfondimento al link www.politicheeuropee.gov.it/it/comunicazione/progetti-e-campagne/concorsi-per-lescuole/comunica-europa-che-vorresti/. Sulla piattaforma digitale Europa=Noi (www.educazionedigitale.it/europanoi/) sono disponibili i percorsi multimediali dedicati alla scuola secondaria di secondo grado che i docenti potranno utilizzare con i ragazzi in classe. Il premio consisterà in una visita alle istituzioni europee a Bruxelles, organizzata dal Dipartimento per le Politiche Europee e dal MIUR, in collaborazione con gli Uffici del Parlamento europeo e della Commissione europea.